preloder
Natura trentina

Mercatini della tradizione… ed è subito Natale!

Neve e luci, casette di legno, profumo di biscotti e cannella, prodotti artigianali, enogastronomia: niente ci immerge nell’atmosfera delle feste come i Mercatini di Natale. E, in questi giorni che precedono le festività, non c’è città o paese del Trentino che non abbia il suo. Molti mercatini si protrarranno fino a inizio gennaio, quando l’Epifania, insieme a tutte le feste, se li porterà via. Sono proprio così, come ce li immaginiamo, e visitarli è un po’ come diventare i protagonisti di una fiaba: meta perfetta di una gita fuoriporta, sono l’occasione per acquistare i primi regali o qualche decorazione originale per l’albero e per assaporare la magia natalizia in compagnia di famigliari e amici.

Iniziando da Trento, nel capoluogo della Regione i mercatini sono alla loro 22° edizione e quest’anno le casette allestite sono ben 92 (70 in piazza Fiera e 20 in piazza Battisti). Tra le novità del 2015, uno stand completamente dedicato ai prodotti senza glutine, poi eventi e laboratori per vedere all’opera artigiani (che creano ad esempio addobbi con la lana cotta), artisti locali (ed ecco uscire da un tronco di un albero uno gnomo di legno) o ancora per mettervi alla prova (realizzando bigliettini d’auguri e candele con le vostre mani). In calendario ci sono anche degustazioni di tisane e pane nero imburrato e arricchito con sale aromatico alle erbe, macinazioni in diretta del mais da cui si ottiene farina integrale bio, distribuzione gratuita di pasta madre. Ah, e non dimenticatevi di postare le vostre foto più belle sui social: l’hashtag è #nataletrento!

A Levico Terme l’atmosfera è resa ancora più magica dalla location del mercatino, ovvero il Parco degli Asburgo con i suoi alberi secolari. Per i più piccoli l’emozione più bella sarà quella di entrare in contatto con gli animali della fattoria, ma anche quella di  incontrare Babbo Natale nel Bosco degli Elfi pronto a ricevere tutte le letterine dei desideri. I bambini non potranno poi mancare alla Strozegada di Santa Lucia quando, come vuole una “rumorosa” tradizione, percorreranno le vie del centro con le strozegade, fili di ferro a cui vengono legati dei barattoli. Anche gli adulti avranno piacevoli scoperte da fare: una si chiama Parampampoli ed è una bevanda tipica a base di caffè, grappa, vino e zucchero, buona ma anche l’ideale per riscaldarsi dopo una fredda giornata.

Ad Arco, oltre ai mercatini, nei fine settimana del periodo natalizio c’è la possibilità di scoprire il borgo storico con una guida, visitare la mostra dei presepi e girare il centro a bordo di un trenino, a Mezzolombardo invece l’occasione è ghiotta anche per andar per cantine. A Pergine Valsugana, con la tradizione dei mercatini si rivive la quotidianità del passato e un’antica leggenda di gnomi ed elfi che nel periodo dell’Avvento scendevano in paese dai monti e dai boschi per portare decorazioni e dolciumi. Per i più golosi a Siror si assaggia il Brazadel, la ciambella trentina, mentre nei mercatini del Cavalese si degusta la Birra di Fiemme e a Cimego si mangiano le tipiche polente della Valle del Chiese, fatte con farine ricavate dalle pannocchie “rosse”. E se a Borgo Valsugana si passa di casetta in casetta sotto i portici del borgo lungo il fiume Brenta, a Molveno il mercatino è a due passi dal lago. A Rango, infine, la cornice delle casette è niente di meno che uno dei borghi più belli d’Italia. Che le feste abbiano inizio!

www.visittrentino.it/it/esperienze/mercatini-festivita

enoteca

Via del Ponte, 33 - 38123 Ravina TN
Lun/Ven: 9.30 - 12.30 e 14.30 - 18.30 - Sab: 10.00 - 12.30
Numero del negozio: +39 0461 381791