preloder
Happy people

Il paradiso (in montagna) delle bollicine

“Mi chiedo perché non abbiano ancora inventato una vasca piena di Trentodoc. Ci farei il bagno tutti i giorni tanto mi piace!”: Gianni Pasolini è un sommelier tecnicamente molto preparato, ma sa anche divertire. Non a caso lavora da sette anni in uno dei ristoranti storici e più rinomati di Trento, l’Osteria Le Due Spade e, nel tempo libero, si diletta anche come conduttore di Radio Dolomiti con il programma dedicato al vino “In Alto i Calici”.

“Il ristorante è una delle roccaforti dello spumante trentino – ci spiega – siamo stati tra i primi a proporlo al calice proprio per facilitarne la conoscenza. In generale ci piace promuovere i prodotti e il territorio attraverso il nostro lavoro e l’organizzazione di eventi. Il mio programma radiofonico è invece un modo di parlare di vino oltre la semplice degustazione, per raccontare quello che c’è dentro a un bicchiere (lo stesso obiettivo del mio progetto web www.vinotube.it). Ogni settimana si parla di un piatto e dei suoi possibili abbinamenti (un momento tecnico che viene affrontato però con leggerezza) in compagnia di un produttore trentino che ci regala emozioni raccontando la storia del suo lavoro, dei suoi sacrifici, delle sue gratificazioni”.

Un lavoro, quello dei produttori, che non potrebbe esistere senza “il grande regalo di Madre Natura al Trentino”, ovvero il territorio, che caratterizza in particolare la produzione delle bollicine: “ È facile associare l’immagine della montagna al Trentodoc: la freschezza dell’aria e la mineralità della roccia sono caratteristiche che si ritrovano nello spumante, compresa quella sensazione di vitalità data dal freddo pungente che paragono all’acidità di queste bollicine. Non c’è un altro prodotto simile in altre regioni d’Italia, ma nemmeno nel mondo. È unico”.

La prova del nove sono gli apprezzamenti che fanno i clienti del ristorante che assaggiano per la prima volta questo metodo classico: “Quando facciamo accomodare gli ospiti al tavolo offriamo sempre un calice di Trentodoc. Nel trambusto iniziale in pochi ascoltano la mia presentazione e in generale si fa poco caso a quello che si sta bevendo. Il Trentodoc invece è capace di catturare l’attenzione: in molti dopo averlo degustato mi chiedono di cosa si tratta e di continuare a berlo”.

E secondo Pasolini siamo solo all’inizio: “Nelle produzioni dove c’è consapevolezza e accortezza si fanno continuamente grandi salti di qualità e anche molto velocemente. Per non parlare dei mille colori del territorio che regalano tante sfumature allo spumante: qui è il paradiso delle bollicine. Vedo un grande futuro per il Trentodoc”.

enoteca

Via del Ponte, 33 - 38123 Ravina TN
Lun/Ven: 9.30 - 12.30 e 14.30 - 18.45 - Sab: 10.00 - 12.30
Numero del negozio: +39 0461 381791